Archivio Categorie: prezzi inverter solari

Prezzi degli Inverter per i Pannelli Solari

Gli inverter sono fondamentali nell’installazione di un impianto con pannelli solari fotovoltaici ed i loro prezzi influiscono decisamente sul costo finale della realizzazione. A cosa servono? I pannelli trasformano l’energia solare in corrente elettrica che esce in continua a 12 V. Tutte le utenze elettriche delle nostre case funzionano invece a corrente alternata ad una frequenza, in Italia, di 50 HZ. Ecco perchè è necessario l’inverter, serve a trasformare la corrente continua in corrente alternata utilizzabile da tutti gli apparecchi casalinghi.

In un impianto di pannelli solari i moduli fotovoltaici rappresentano generalmente la metà della spesa totale. Dobbiamo aggiungere le spese per gli installatori, le pratiche burocratiche per l’allaccio, le staffe che sorreggono i moduli, regolatori di carica e batterie ove previsto, interruttori magnetotermici e differenziali a protezione di tutti i circuiti AC – DC, cavi, contatori, Certificazione impianto elettrico, rif. L. 37/08 (ex Legge 46/90), ma soprattutto l’inverter.

Prezzi degli inverter per i sistemi con pannelli solari:
come riporta un recente studio di Solar Buzz, il costo degli inverter è attualmente (2011) di circa 0,5 euro per watt, in leggero calo rispetto ad un anno fa quando si spendevano mediamente 0,57 centesimi (tutto ciò grazie anche alla rivalutazione dell’ euro sul dollaro). Calcolando che per un impianto classico da 3 kw va bene uno da 3000-3200 watt la spesa è di circa 1500-1600 euro.

Ci sono tre tipi di inverter:
-inverter stand alone: non deve connettersi alla rete elettrica ed utilizza le batterie
-inverter grid connected sincroni: si connettono alla rete elettrica
-inverter mutli funzione: un mix di caratteristiche dei due.
Gli inverter per impianti con pannelli solari fotovoltaici possiedono dispositivo di controllo chiamato MPPT (Maximum Power Point Tracker) che consente al campo fotovolatico di lavorare sempre in condizioni ottimali, estraendo la massima potenza possibile, pertanto non si dovrebbe utilizzare un inverter per impianti fotovoltaici in installazioni diverse.

Marche conosciute di Inverter per pannelli solari:
SMA (Germania) è il più grande produttore al mondo utilizzato soprattutto per grandi impianti e Kaco si è fatta ben apprezzare, poi ci sono gli italiani di Power One Aurora molto versatili ed efficienti, gli australiani di Carbon Management Solutions che producono a Taiwan (vengono utilizzati per i piccoli impianti) oppure Fronius. Anche gli americani della OutBack sono di ottima qualità. Marche di inverter cinesi sono Sungrow,Eversolar, Samil Power, Suntech. Ottimo anche gli inverter della svizzera Solar Max.

A questo indirizzo potete trovare la lista di tutte le marche di inverter presenti sul mercato.

Un nuovo tipo di Inverter farà abbassare i prezzi degli impianti fotovoltaici

Si chiama “sequenced inverter” e l’ha inventato un’azieda statunitense di prodotti legati alla tecnologia solare, farà abbassare di almeno il 10% il prezzo finale di un impianto fotovoltaico. Lo ha dichiarato la stessa Array Power che lo sta distribuendo in tutto il mondo. L’inverter è un componente fondamentale in un sistema “solare”, necessario per trasformare la corrente da continua ad alternata, in modo da essere utilizzata per le normali utenze elettriche della casa.

I prezzi degli inverter a fine 2016 si sono fissati sulla soglia di 0,4-0,5 euro per watt, il che significa una spesa di 1400-1500 euro per un impianto con pannelli fotovoltaici da 3kwp.

L’inverter “sequenced” della Array Power, non è un’esclusiva della casa californiana ma è presente a catalogo anche in altre aziende, è composto da tanti piccoli inverter con potenza minore invece che da uno solo più grande.

Le tipiche configurazioni dei pannelli solari soffrono di una minore efficacia a causa del modo in cui sono collegati, che è in serie. Un collegamento in serie significa che i flussi di energia elettrica passwano da un pannello all’altro fino ad arrivare alla fine del circuito. Quando un pannello è in ombra la potenza è ridotta, in alcuni casi si blocca tutta la stringa a cui sono connessi i moduli fotovoltaici.

Ciascuno degli inverter distribuito da ArrayPower è fissato sul retro di ogni pannello. Vengono usati dei raddrizzatori e dei transistor per aumentare la tensione continua dei moduli che vanno da 60 a 208 volt grid connected. Un induttore poi memorizza brevemente la corrente, consentendo al dispositivo di emettere impulsi discreti di corrente alternata. Gli impulsi vengono combinati con quelli di un minimo di tre altri pannelli per fornire una corrente alternata trifasica, adatta per la rete elettrica. Ciò fa sì che il sistema solare sia molto più efficiente e di conseguenza riduca il tempo di recupero dell’ investimento iniziale.

Qui i riferimenti sull’inverter della Array Power.