Prestiti Agevolati per i Pannelli Fotovoltaici con il fondo Kyoto

Sono partiti i finanziamenti agevolati per l’acquisto di pannelli fotovoltaici con potenza compresa tra 1 e 40 kwp e per apparati legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili come minieolico, microgenerazione fino a 50 kWe, idroelettrici, impianti pellet minimo 50 kwt, geotermico, solare termico ecc.

Si tratta del fondo di Kyoto per la riduzione di anidride carbonica, pari a 200 milioni di euro per il primo ciclo di erogazione, che permette a privati e imprese di ottenere prestiti ad un interessantissimo tasso per l’installazione, tra le altre cose, dei pannelli fotovoltaici per la produzione di corrente elettrica.

L’iniziativa è stata presentata lo scorso 16 febbraio dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini, i prestiti a tasso agevolato sono cumulabili con gli incentivi del conto energia e con le detrazioni del 65% per il risparmio energetico, in quest’ultimo caso dal 2017 si abbasseranno al 36%.

Come ottenere i prestiti agevolati per i Pannelli Fotovoprestiti pannelli solariltaici con il fondo di Kyoto?

Innanzitutto occorre individuare la banca aderente a tale fondo. Dopodichè un cittadino privato, un’ente, società e comune deve effettuare la procedura di compilazione online a questo indirizzo: http://portalecdp.cassaddpp.it/cdp/EntiLocaliePA/index.htm in cui si devono ottenere le credenziali di accesso via mail e poi si accede all’ area riservata per la compilazione del proprio progetto. Ci sarà una fase di istrutturia in cui vengono verificati i progetti e la documentazione, se l’esisto è positivo la
Cassa depositi e prestiti erogherà il finanziamento alla banca e di conseguenza al beneficiario.

I tassi di interesse per il finanziamento sono dello 0,5% sul 70% delle spese sostenute per i privati e sul 90% per enti pubblici; la commissione bancaria non può eccedere:
-i 625 euro su finanziamenti fino a 25mila euro;
-2,5% di commissioni sulla parte eccedente i 25mila euro per finanziamenti fino a 200mila euro;
-2% di commissioni sulla parte eccedente i 200mila euro fino a 500mila euro;
-1,5% di commissioni sulla parte eccedente i 500mila euro fino ad 1 milione di euro;
-0,75% di commissioni sulla parte eccedente 1 milione di euro oltre a tale cifra.

Alle precedenti commissioni si applica anche il Taeg, diverso nella misura degli anni di finanziamento secondo questa tabella: http://www.cassaddpp.it/content/groups/public/documents/ace_documenti/011563.pdf

Come detto non ci sono solo i pannelli fotovoltaici che rientrano nel finanziamento di Kyoto ma anche altri sistemi per il risparmio energetico, ad esempio la sostituzione di motori elettrici industriali con potenza nominale superiore a 90 kW elettrici, con motori ad alta efficienza.

I finanziamenti agevolati del fondo di Kyoto saranno disponibili anche nel 2013 e 2014 salvo esaurimento, per informazioni è stato istituito un numero verde che risponde all’ 800 098754 ed è funzionante dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18:00.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *