Prezzi Batterie per i Pannelli Fotovoltaici

A differenza dei pannelli solari – fotovoltaici e degli inverter la tecnologia che usano le batterie, quelli agli ioni di Litio (Li-ion) è già utilizzata in molti settori industriali, non solo in quello delle energie rinnovabili. Basti pensare agli apparati elettronici come pc, cellulari, tablet oppure alle batterie delle automobili. Quindi anche una crescita fortissima del settore fotovoltaico non sarebbe sufficiente a far abbassare i prezzi, visto che l’utilizzo è già di per se vario e vasto.

Le batterie vengono principalmente utilizzate negli impianti con pannelli fotovoltaici off-grid ovvero non connessi alla rete. Non mancano anche gli usi on-grid, scelti da coloro che vogliono attingere dall’ energia prodotta dai pannelli solari durante il giorno, oppure da chi deve sostenere un consumo molto alto di elettricità in alcuni picchi e non vuole connettersi la notte e spendere soldi con il gestore elettrico. Le batterie si rendono inoltre necessarie per i piccoli kit con fotovoltaico, pensiamo a barche, impianti fotovoltaici per camper, oppure a case situate in luoghi impervi dove la corrente non arriva (baite di montagna).

Anche se ci sono al mondo più produttori di batterie che di moduli solari o fotovoltaici non tutti si dedicano a quest’ ultima tipologia di prodotto che è comunque particolare. Visto che il peso , le batterie pesano molto, incide notevolmente sul prezzi di trasporto, troveremo batterie di produttori europei-italiani che servono principalmente il mercato italiano anche se non mancano gli onnipresenti cinesi.

Prezzi delle batterie per pannelli fotovoltaici:

Solar Buzz, bibbia statunitense del settore rinnovabili che monitora costantemente i costi dei prodotti legati al solare, riporta 0,149 euro per watt-ora che incide per il 15% sui costi di un impianto fotovoltaico. Una batteria pimbo-acido deep cycle da 2,47 Kwh 1000 Ah da 2 V costa circa 400 euro, ne bastano 2 per un sistema da 3 Kwp. Il dimensionamento delle batterie ovviamente dipenderà dall’ autonomia di energia richiesta e dal consumo della stessa durante la notte o nel periodo buio invernale.

batteria_fotovoltaico_tesla

batteria_fotovoltaico_tesla

Risparmiamo parecchio se utilizziamo quelle al Piombo-Acido, le stesse utilizzate nelle automobili. Tesla, il famoso produttore di automobili elettriche ha immesso da poco sul mercato Powerwall (le consegne in ITALIA cominceranno a partire dal 2016), una batteria per impianti fotovoltaici disponibile in due tagli: da 7 Kwh e da 10 Kwh. Il prezzo è rispettivamente di 3000 e 3500 dollari, vediamo se ci saranno sorprese al ribasso.

Ricordiamo infine che insieme alle batterie in un impianto fotovoltaico è necessario installare un regolatore di carica. Si tratta di un dispositivo che “protegge” le batterie da eccessive cariche e scariche. Distribuisce meglio l’energia delle batterie e le fa durare più a lungo, anche 10 anni. Il prezzo di un regolatore di carica per pannelli fotovoltaici oscilla tra i 5 ed i 7 euro per ampere (per sistemi fotovoltaici da 3 kwp ci vogliono circa 1500 euro), rappresenta il 10% dei costi dell’ intero impianto.

Vita di una batteria

il ciclo di vita di una batteria non è eterno, dura meno del pannello fotovoltaico stesso che dopo 25 anni perde il 20% del suo rendimento iniziale. Se prendiamo a riferimento quelle piú economiche a piombo-acido a scarica profonda possiamo tranquillamente aspettarci un ciclo di vita ventennale. Quelle di medie qualità durano 7-12 anni.

3 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *