Quarto Conto Energia per il fotovoltaico, gli incentivi

Quali e quanti incentivi sono previsti per l’installazione dei pannelli solari? Lo spiega il quarto conto energia per il fotovoltaico licenziato con decreto ministeriale lo scorso 15 maggio 2011.
Possono usufruire degli incentivi persone fisiche o giuridiche, condomini di palazzine e soggetti pubblici purchè l’impianto sia di almeno di 1 kilowatt di potenza realizzato con silicio mono o policristallino o a film sottile o derivati.

Prezzo pagato dal Gse (gestore servizi energetici) per ogni kilowatt di energia prodotta con impianto foto voltaico con potenza tra 1 e 3kw:
-di 0,361 euro impianti sugli edifici, 0,316 altri impianti se entra in funzione entro settembre 2011
-di 0,34 euro impianti sugli edifici, 0,302 altri impianti se entra in funzione entro ottobre 2011
-di 0,320 euro impianti sugli edifici, 0,281 altri impianti se entra in funzione entro novembre 2011
-di 0,298 euro impianti sugli edifici, 0,261 altri impianti se entra in funzione entro dicembre 2011
-di 0,274 euro impianti sugli edifici, 0,240 altri impianti nel primo semestre 2012.
-di 0,252 euro impianti sugli edifici, 0,22 altri impianti nel secondo semestre 2012.

potenza tra 3 e 20kw:
-di 0,325 euro impianti sugli edifici, 0,289 altri impianti se entra in funzione entro settembre 2011
-di 0,310 euro impianti sugli edifici, 0,276 altri impianti se entra in funzione entro ottobre 2011
-di 0,288 euro impianti sugli edifici, 0,256 altri impianti se entra in funzione entro novembre 2011
-di 0,268 impianti sugli edifici, 0,238 altri impianti se entra in funzione entro dicembre 2011
-di 0,247 euro impianti sugli edifici, 0,219 altri impianti nel primo semestre 2012.
-di 0,227 euro impianti sugli edifici, 0,202 altri impianti nel secondo semestre 2012.

A partire dal primo semestre 2013 le tariffe assumono valore onnicomprensivo sull’energia immessa nel sistema elettrico. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica di 0,375 euro (tariffa omnicomprensiva) e di 0,230 (tariffa di autoconsumo) per impianti su edifici tra 1 e 3 kwp. Gli incentivi si abbasseranno in maniera proporzionale di 6 mesi in 6 mesi fino al 2016.

Gli incentivi sono riconosciuti per venti anni a patire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto ed è costante in moneta corrente per tutto il periodo di incentivazione.

I piccoli impianti con pannelli fotovoltaici sugli edifici possono avere un premio aggiuntivo rispetto alle tariffe previste qualora abbinati ad un uso efficiente dell’energia, ovvero:
-del 5% per gli impianti fotovoltaici se installati in siti industriali, miniere, cave o discariche esaurite, area di pertinenza di discariche o di siti contaminati
-del 5% per i piccoli impianti, realizzati da comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti sulla base
dell’ultimo censimento ISTAT effettuato prima della data di entrata in esercizio dei medesimi impianti
-di 5 centesimi di euro/kWh per gli impianti installati in sostituzione di coperture in eternit o comunque contenenti amianto;
-del 10% per gli impianti il cui costo di investimento per quanto riguarda i componenti diversi dal lavoro, sia per non meno del 60% riconducibile ad una produzione realizzata all’interno della Unione europea (ad esempio moduli fotovoltaici prodotti in Germania Schott Solar o SolarWorld oppure in Italia come quelli della Sun Technology ).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *